Lob scalato, con frangia, liscio. Alcuni consigli per scegliere la pettinatura più adatta a te

Fra i tanti tagli che ci apprestiamo a salutare con la fine del 2016, ce n’è uno che ha deciso di non passare di moda e di imporsi anche nel prossimo anno: il lob. Nato dall’unione di long e bob, con questo termine si indica un caschetto allungato che parte da sotto le orecchie per arrivare alle spalle. Diventato un vero e proprio evergreen, sembra essere apprezzato da tutti, vip e comuni mortali. E’ pratico, sta bene ad ogni viso ed è perfetto per qualunque occasione. Ne esistono però diverse varianti che possono essere prese in considerazione in base al nostro stato d’animo e all’evento al quale stiamo per partecipare.

Scalato. Destrutturato sulle punte e pieno alla cute, questa pettinatura sembra essere tra le più diffuse. Un lob mosso, con una frangia lunga e corposa e con una fila centrale. In alternativa, se avete una chioma particolarmente voluminosa potete portarlo con una fila laterale, un ciuffo lungo e le beach waves, tanto di tendenza

Asimmetrico. Più lungo avanti e corto sulla nuca, questo lob dovrebbe essere liscio, per mostrare meglio la differenza di taglio, e con la fila centrale senza frangetta. È ideale per chi ha un viso spigoloso e zigomi sporgenti. Sconsigliato per chi possiede una chioma particolarmente folta, a meno che non si voglia ricorrere al parrucchiere ogni settimana per non rischiare l’effetto ‘fungo’

lob_fashionmix

Degradè. Se avete scelto un taglio particolare potete considerare una colorazione sulle punte per enfatizzare la lieve differenza di lunghezza. Inoltre è particolarmente indicato per chi ha il viso tondo poiché conferisce movimento alla pettinatura e verticalità ai contorni del volto

E tu quale lob preferisci? Se scegli la variante mossa, non dimenticare di idratare i capelli ogni circa 15 giorni con un balsamo, per evitare l’effetto paglia! In alternativa, contattaci e provvederemo noi a trovare l’acconciatura più adatta al tuo viso.

Inoltre vi consiglio di leggere...